In memoria di Carlo Spagnolli

Di |2020-08-15T14:37:48+00:00Febbraio 20th, 2020|Protagonisti|

26 anni fa io e mio marito ci trovavamo in Etiopia, a Bonga. Mi ero ammalata gravemente per un brutto tifo addominale e stavo per “passare a miglior vita”. In un momento di veglia, vidi davanti a me due profondi grandi occhi blu e una lunga barba.